primi, ricette

pasta e cicerchie

MAE_0517.NEF

 

Momento “me la meno”: ho fatto questa pasta ad agosto (esatto, agosto nella pianura padana, un incubo di umidità) alla festa di radio onda d’urto. Ne sono uscite, diciamo, una cinquantina di porzioni? Bene, sono finite TUTTE quella sera. Perché è buona! E se è buona ad agosto, a dicembre è perfetta.

Cosa serve (per ogni persona):

una tazza di cicerchie ammollate per una notte e poi lessate (o una lattina di fagioli borlotti)

un etto di pasta corta (è il momento di finire tutti quei pacchetti di pasta miseramente avanzati in quantità inutili – tipo 60 g fusilli, 55 g penne… perché mi succede sempre??)

brodo vegetale (una tazza e mezza ma abbondate che è meglio)

cipolla, aglio, peperoncino, alloro, rosmarino, salvia, olio buono (le quantità… vedete voi in base a quanti siete)

concentrato di pomodoro (1-2 cucchiai)

vino rosso qb

Come si fa:

Veloce. Soffritto di cipolla-aglio-alloro-rosmarino-salvia-peperoncino. Buttate le cicerchie cotte. Rosolate. Buttate la pasta. Rosolate (tipo risotto). Sfumate con il vino. Versate il brodo, portate a cottura aggiungendo tanto brodo quanto ne serve.

Ora: la pasta deve essere molto ben cotta. Togliete uno-due mestoli (anche di più se la state facendo per dieci) di p&c e frullate con un po’ di brodo (alternativa sprint: frullatore a immersione direttamente in pentola). Ributtate tutto in pentola, aggiungete il pomodoro concentrato, allungate se necessario con altro brodo.

Servite con olio crudo, pepe e lievito alimentare in scaglie.

Fatene tantissima che il giorno dopo fa piangere da quanto è buona.

Versione due: potete cuocere le cicerchie direttamente in pentola. In questo caso non buttate la pasta all’inizio, ma sfumate col vino le sole cicerchie e cuocetele con acqua fino a quando sono tenere. A quel punto asciugate un po’ il brodino che si è formato, buttate la pasta e sfumate col vino, riprendendo in pratica la ricetta da dove l’avevate lasciata.

2 pensieri riguardo “pasta e cicerchie”

  1. Meravigliosa 🙂
    Non amo gli abbonamenti cereali-legumi che nonostante dicano sia un pasto completo è molto difficile da digerire… Come il classico ‘pasta al ragù di carne’ per fare un esempio!
    Ma di tanto in tanto e soprattutto con il freddo quanto si brucia più velocemente e si necessita di energie, paste come questa sono indispensabili 😉

    Anche a me succede sempre che mancano pochi grammi di ogni tipo di pasta (che barba!) ma unirle così mi sembra eccellente 😉
    Ottimo il consiglio del vino ^_^

    Mi piace

  2. …ho un debole per questi piatti!! Sono sostenitrice dei legumi e dei cereali, che a tutti gli effetti (e anche meglio) sostituiscono la carne. Grazie mille! La proverò senz’altro! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...